A Tribute to Light.  Il futuro della luce è il protagonista della campagna Artemide 2011/2012

“Un omaggio alla luce, fortemente orientato al futuro”: è questo, con le parole di Ernesto Gismondi, il concept di comunicazione della nuova campagna internazionale Artemide.

Ernesto Gismondi, fondatore e Presidente dell’Azienda, il cui brand in tutto il mondo significa design e qualità della luce, ha chiamato per sviluppare questa visione un celebre fotografo ed amico, Elliott Erwitt,il cui sguardo che da molto tempo è un importante compagno di viaggio nella bellissima avventura Artemide, e che ha espresso i momenti più significativi del divenire culturale del marchio fin dal lancio della filosofia “The Human Light”.

Insieme, Gismondi ed Erwitt hanno scelto di rappresentare le luci di Artemide al di là del connotato funzionale – l’illuminare – per raccontarle come la materializzazione dello sguardo rivolto al futuro dei celebri progettisti e designer che le hanno create insieme all’Azienda – la “squadra Artemide”.

Ogni personaggio viene presentato da Elliott Erwitt in perfetta relazione con una sua lampada e ognuno declina a modo proprio il claim “A tribute to light”: Carlotta de Bevilacqua con Copernico, progettata con Paolo Dell’Elce; Michele De Lucchi e Alberto Nason con Led Net; Ross Lovegrove con Cosmic Leaf; Enzo Mari con Aggregato; Javier Mariscal con Lotek; Karim Rashid con Doride; Italo Rota e Alessandro Pedretti con Calenda; Richard Sapper con Tizio.

“Nella scelta delle luci da rendere protagoniste della comunicazione”, afferma Ernesto Gismondi, “intendo esprimere la visione di Artemide che trova la propria energia oltre che nella sua storia soprattutto nel suo futuro. Si tratta infatti solo di progetti recentissimi, significativi non solo per il design ma anche per i valori innovativi, come ad esempio: l’utilizzo all’avanguardia delle sorgenti Led, l’impegno a rendere la sostenibilità non un’esigenza ma una realtà, la ricerca di processi e materiali rispettosi del mondo che abitiamo”.

La forte spinta in avanti che Artemide manifesta con la nuova comunicazione, che ha visto il contributo di Nicoletta Verga, copywriting e coordinamento della campagna e di Pierluigi Cerri, art direction, diviene verità e contemporaneità attraverso lo sguardo di Elliott Erwitt. Grazie alle immagini che ha realizzato per Artemide la fotografia incontra il senso più attuale del suo significato etimologico di “scrittura della luce”.

Si tratta di un vero e proprio rilancio della fotografia tradizionale come mezzo espressivo, l’unico capace – nelle mani di un artista come Erwitt – di mostrarci come si è veramente e non solo come si appare, senza compromessi né artifici. Il bianco/nero di Elliott Erwitt rafforza il vigore espressivo della campagna Artemide, portandola ben oltre il funambolismo visivo della comunicazione di oggi, in un territorio nuovo dove il valore è quello delle idee e dei contenuti e la genialità è quella delle persone che li pensano e li realizzano: il mondo in cui sono ambiente e uomo il parametro e fine: il mondo della luce di Artemide.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>