Cassina. Quando contano linguaggi, tecnologie e materiali

Sono i due fondatori, Cesare e Umberto Cassina, che inaugurano nell’Italia degli anni ‘50 l’industrial design. Da autentica apripista Cassina è la prima, in quell’epoca complessa e ricca di fermenti, a coinvolgere architetti e designer nell’immaginare nuove forme e soprattutto a tradurre le intuizioni in realtà.

Una caratteristica che ha sempre contraddistinto la produzione industriale di Cassina, è la sperimentazione spregiudicata dei nuovi materiali e lo sviluppo di tecnologie costruttive inedite, sempre accompagnate da una attenta riflessione sulle funzioni d’uso rispetto all’individuo, che consente a questa azienda di uscire dai consueti paradigmi formali degli arredi. Ne è un esempio il fatto che negli anni ’60 i fratelli Cassina comprendono le potenzialità delle materie plastiche e dei materiali a iniezione, ed iniziano ad applicarli al settore della produzione industriale di arredamenti.

La qualità non si improvvisa.
Parte proprio da questa affermazione il discorso sulla qualità della produzione di Cassina. Cuore antico ed eccellenza esecutiva hanno reso famoso il nome Cassina nel mondo. L’affidabilità delle materie prime – soprattutto il legno, ma anche i pellami e i tessuti – comporta un costo economico che l’azienda considera un investimento sulla qualità del prodotto finale e garanzia della sua unicità.

Cassina oggi è parte del gruppo Poltrona Frau ed è presente, sia tramite punti vendita monomarca, che con showroom e rappresentanze, in 5 continenti e 70 paesi. In Italia i punti vendita son oltre 200.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>