FIAM. Realtà produttiva italiana, dal 1973

La specializzazione di questa azienda è rintracciabile per intero negli elementi di arredo in vetro curvato, realizzati seguendo processi artigianali e industriali, fondendo in tal modo tradizione e innovazione, lavorazione manuale e design.

Nella mente creativa di Vittorio Livi, Presidente di FIAM, circa quarant’anni fa nasceva un sogno: il vetro come protagonista unico nel mondo del progetto, usato per dare vita ad arredi che stupiscono per la loro solidità e affascinano per la loro trasparenza. Oggetti di design che non segnano il tempo nel quale vengono prodotti, ma resistono agli anni, e alle mode.

Vittorio Livi conosce il vetro da sempre, di cui ama le apparenti contraddizioni – solido e fragile, naturale e artificiale, ancestrale e industriale allo stesso tempo – ma anche le qualità pratiche. Ha cominciato a produrre i primi mobili usando questo materiale, già nel1968. Ed è così che riesce a realizzare quel qualcosa che probabilmente tanti altri prima di lui hanno solo immaginato, ma che egli è riuscito a rendere un’idea concreta, inventando un mestiere che prima di lui non esisteva.

Il vetro è un materiale dalle grandi potenzialità, è ecologico ed igienico; apparentemente semplice, perché trasparente, ma estremamente complesso dal punto di vista chimico e fisico. Fino a qualche decennio fa, però, era utilizzato, nel mondo dell’arredo, prevalentemente solo per la realizzazione di piccoli complementi o oggetti decorativi. Quella che era una speranza nella mente di tante persone, con FIAM diventa un mercato.

Il complesso processo di lavorazione del vetro non può avvenire se non grazie all’esperienza di Maestri Artigiani, professionisti capaci di prevedere, quantificare,
controllare e trovare le varie soluzioni per ogni singolo caso.

La capacità di un progettista di “osare” dal punto di vista formale è percepita in FIAM
come una sfida da raccogliere. Per realizzare alcuni progetti, l’azienda ha addirittura creato delle tecnologie “ad hoc”. Di pari passo con l’innovazione progettuale, FIAM investe da sempre su quella tecnologica.

Oggi siamo alla quinta generazione di impianti di curvatura, al Maestro Vetraio si sono aggiunte le tecnologie più innovative sia negli strumenti che nei materiali, permettendo a FIAM di accettare sfide sempre più audaci proposte dai Designers che vogliono confrontarsi con questo impareggiabile materiale.




Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>