Il vetro con i colori della terra. Le produzioni Venini

Il vaso viene infatti inizialmente soffiato all’interno di uno stampo per ottenere una forma perfettamente sferica. A questo punto vengono soffiate e attaccate a caldo più di quaranta bolle di vetro colorato trasparente, poi sapientemente rotte in modo da ottenere strati irregolari di vetro colorato. Predisposta la forma desiderata inizia il cosiddetto riporto di colori a caldo e a mano volante aiutando il colore a modellarsi sulla superficie dell’oggetto. Questo processo avviene per ogni colore e, solo alla fine, il blocco compatto viene scaldato un’ultima volta per amalgamare tutta la superficie. La tecnica della sovrapposizione di colori genera delle sporgenze irregolari e informi che costituiscono la diversità e l’unicità di ogni singolo vaso.

Forme che ricordano gli antichi vasi orientali di porcellana, vengono acquisite e rielaborate, da Venini, per produrre un raffinatissimo prodotto di alta qualità. Labuan è, prima, l’isola Malese nominata nei romanzi di Emilio Salgari, poi, lo splendido vaso creato dall’azienda Veneta. Il vetro soffiato, lavorato a mano da maestri artigiani, crea un particolare prodotto opalino dalla rara sofisticatezza. L’effetto lattiginoso che lo caratterizza, è un vetro bianco opaco inventato a Murano nella metà del XV secolo. Lattimo è il suo particolare nome, appellativo che chiarisce esattamente l’idea della speciale finitura, raggiunta dalla sovrapposizione di questo vetro alabastrino con altri vetri colorati. Risultato? Sofisticatezza e preziosità dalla forma remota e dallo spirito originale.

Ma Venini è anche produzione seriale. Nel 2011 realizza Susanni, più che una collezione di vasi, in vetro soffiato e cristallo, sembrano la riproduzione fedele di semplici barattoli da cucina per contenere fagioli, ceci o lenticchie. Trasparenti, eleganti, dalle dimensioni contenute e proporzionali, possono essere una risposta estetica al vivere quotidiano. Tre vasi con coperchio di tre differenti misure: identico diametro per tre diverse altezze. I designer, Matteo Thun e Antonio Rodriguez, hanno ideato un nuovo modo, ironico e contemporaneo, di rappresentare il lusso. Il nome Venini viene associato ad un prodotto dall’estetica seriale, ma di qualità e raffinatezza artigianale.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>