La materia unica di Maxalto

Nel 1975 Maxalto vede la luce ed è subito design. La ricerca guarda al passato attraverso rivisitazioni di forme classiche e si ispira alle antiche lavorazioni manuali di ebanisti e liutai. Questa visione del mondo del design si applica alla produzione di arredi e nascono in tal modo le collezioni di Afra e Tobia Scarpa, mitico sodalizio nella vita e nel design. Sia la collezione Artona, 1975, che New Armony, 1979, hanno nel legno il materiale protagonista. È così che, difatti, Afra e Tobia Scarpa creano una collezione di arredamenti usando quasi esclusivamente il legno.

Le collezioni Maxalto, che è una costola di B&B, presentano una serie di pezzi del tutto inediti accanto ad altri nati dall’ampliamento di progetti presentati in occasione di precedenti expo. Tra questi, Febo: prima in versione divani, poltrone e sedie, ora presentando la chaise longue, confortevole e di forte presenza; il letto, in sei diverse dimensioni, dalla testata elegante e accogliente, arricchita da due cuscini schienale e la sedia nella variante ridotta di cm 6 per poter esser accostata ai tavoli da the.

Per tutti i nuovi pezzi, gli stessi dettagli caratteristici della scorsa collezione: la monomatericità e la ricercata cucitura a vista.


La sperimentazione continua e, oltre alle precedenti Artona e New Armony, nascono Damasco e Domino, che valgono il Compasso d’Oro del 1989, in genere mai prima di allora riconosciuto ad un’azienda.

Negli anni dei cambiamenti radicali, nasce un sodalizio con Antonio Citterio che crea la collezione Apta. Successivamente Citterio rappresenterà per Maxalto un maitre-a-penser, continuando a collaborare ed a creare arredi seguendo la naturale disposizione dell’azienda di ricercare continuamente la qualità e nel ritenere compatibili le forme di artigianato con la tecnologia. Queste idee si concretizzano nelle collezioni Simplice (2000) e AC (2003), in cui una varietà decisamente nuova di essenze e finiture riescono a fornire una risposta anche alle più pressanti richieste di efficacia e alle tendenze estetiche dei nostri giorni.

Novità UK.
B&B Italia lancia in anteprima a Londra le due nuove versioni (in marmo questa volta) del tavolo Tobi-Ishi di Edward Barber & Jay Osgerby e presenta tutte le ultime novità 2012.

B&B Italia organizzerà inoltre una piattaforma di discussione sul design intitolata:

Can Design Save Europe?

giovedì 20 settembre 2012, dalle 18 alle 20. L’architetto David Chipperfield, i designer Edward Barber e Jay Osgerby, Martin Roth, Direttore del Victoria & Albert Museum, Edwin Heathcote, critico di Architettura e Design per il Financial Times, discuteranno se e come il design, la produzione industriale e l’innovazione possano aiutare l’Europa a superare la recessione. Il dibattito sarà moderato da Vicky Richardson – Direttore Architettura, Design e Moda del British Council.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>