Poltrona Frau. Cent’anni di qualita’

Marchio internazionale del design, dell’eleganza e della perfezione della maestria italiana, dal 1912, nell’immaginario collettivo il nome Frau rimanda immediatamente all’idea di qualità e di design applicati all’arredamento, e alle sedute in particolare. Un nome, quello del fondatore dell’azienda, che nel tempo ha saputo farsi testimone anche oltre i confini nazionali dello stile e della qualità Made in Italy.

I momenti salienti nella storia di Poltrona Frau e tutti hanno contribuito in qualche modo a creare il mito dell’azienda nata a Torino e ora cittadina del mondo.

Video story di Poltrona Frau




L’azienda in un tour virtuale clicca qui per esplorare l’azienda nel tour virtuale.

Cronistoria dei cento anni di Poltrona Frau.
Nel 1912 Renzo Frau, da Cagliari, deposita il marchio presso la Camera di Commercio di Torino. Nel 1919 e’ realizzata Poltrona Frau “128”. Oggi in catalogo con il nome 1919. Nel 1926 la pubblicita’ in un provocatorio Manifesto del Padreterno disegnato da Golia (Eugenio Colmo).*** Ancora nel 1926, Poltrona Frau nominata fornitrice della “Real Casa”. Nel 1962 e’ acquisita dalla Nazareno Gabrielli e gestita da Franco Moschini, attuale Presidente. Nel 1982 Poltrona Frau realizza gli interni in pelle della Thema 8:32 con motore Ferrari. Nel 1984 nasce Sala Frau a Spoleto. Poltrona Frau arreda il primo teatro. 1987, Expo mondiale di Brisbane. 1989, arreda gli studi del TG2 della RAI. 1996, arreda il Parlamento Europeo di Strasburgo. 1998, Interni Ferrari. Dopo Lancia, Bmw, Nissan e Mercedes, viene sellata la prima Ferrari di serie. Ancora 1998, un tavolo e una sedia completamente realizzati in fibra di carbonio. Nel 2001 Poltrona Frau acquisisce la Gebrueder Thonet Vienna. Nel 2002 arreda a Roma il “Parco della Musica” di Renzo Piano. Sempre nel 2002, dopo Alitalia e allestimenti di jet ed elicotteri privati, nascono le poltrone della Top Class della Japan Air Lines. Nel 2003, Frank O. Ghery disegna per Poltrona Frau la poltrona del Walt Disney Concert Hall di Los Angeles. Nel 2004 Poltrona Frau acquisisce Cappellini, l’azienda che rappresenta l’avanguardia del design. Nel 2005 Milano, Roma e Napoli i primi 3 flagship store di Poltrona Frau, firmati da Jean-Marie Massaud. Nel 2005 Poltrona Frau acquisisce Cassina. Torna italiana l’azienda che è simbolo del design internazionale. 2005, con Cassina entrano nel Gruppo Poltrona Frau anche Alias e Nemo. Nel 2007 vince il premio Targa d’Oro 2007, per la campagna pubblicitaria Ritratti di Armando Testa. Nel 2007 due prodotti Poltrona Frau, Jockey e Alone si aggiudicano il premio “Good Design”. Sempre nel 2007 e’ inaugurato a Roma il Palazzo delle Esposizioni, arredato con i prodotti delle aziende del gruppo. Nel 2008 e’ inaugurato ad Abu Dhabi Poltrona Frau Group Design Centre. Nel 2008 Poltrona Frau arreda la nuova Opera House di Oslo. 2009: nasce Milano Design Village.


Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>